Semiologia.

 

 

Probabilità, non si possono capire le probabilità senza introdurre il segno, che cos’è?

Il nome non è forma, il segno non è codice, il certo non è incerto.

Il segno è nome e certo, il codice è forma e incerto.

Il nome è parola, il segno è parola.

Il nome è convenzione, il segno è convenzione.

Il segno è certo solo nel momento che lo posso nominare diversamente è incerto, cioè codice. Esempio: il cartello “divieto di sosta” è certo perché si conosce e lo si può chiamare per nome, se non lo si conoscesse si vedrebbe un segnale su un palo piantato per terra, un codice minore, la forma del segno.

Il segno è solo nella parola, un nome che esprime un significato.

Il segno a sua volta è parte di un codice maggiore, nel caso del cartello citato il codice stradale. La parola “codice stradale” è segno, cioè il nome della forma maggiore ed anche questo è certo solo se lo posso nominare, altrimenti è un codice di incertezza.

Chiamare il codice segno può causare confusione, la logica è movimento, nel momento che nominiamo il codice non è più codice, è stato significato ed ora è segno (figura del pendolo) di un codice maggiore, l’universale di tutti i codici che nominato diventa il segno. Qui bisogna fermarsi, il limite è tempo, oltre c’è domani e di domani non c’è certezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...